Il progjet

Il progjet Un amì par Falù, aprovât e sostignût de ARLeF, la Agjenzie regjonâl pe lenghe furlane, si disvilupe tant che une esperience creative par fruts e par lis lôr fameis par vie di un laboratori di zûc che al ven prime de vision dal spetacul teatrâl Falù in 10 puescj des 3 provinciis dal FVJ là che si fevele furlan (Udin, Gurize e Pordenon) e une partecipazion ative ae campagne on line “Cjate un gnûf amì par Falù!”.

In gracie dai comuns che a judaran il progjet vignaran fatis des ativitâts sore nuie par lis fameis che si cjatin par creâ un event unic cun l’obietîf di sensibilizâ, informâ, difondi e rinfuarcî il doprâ de lenghe furlane jenfri lis gnovis gjenerazions, par vie dal teatri e des esperiencis di zûc, culturâls e informativis.

Il progjet al è stât inviât al prin di Jugn e al finirà ai 31 di Dicembar dal 2018.
Par scjamâ il document cui detais dal progjet clicait achì.

Il progjet al ten dentri 10 lûcs des 3 provinciis dal Friûl là che si fevele furlan (Udin, Gurize e Pordenon) intun percors origjinâl tacât ai 6 di Avost e che si sierarà ai 31 di Dicembar 2018.

I comuns tirâts dentri intal progjet a ospitaran come prime robe il laboratori creatîf, di fâ intes bibliotechis o intai centris culturâi, e daspò il spetacul teatrâl Falù, dedeât ai fruts e a lis frutis a tacâ dai 5 agns. Un amì par Falù al è un progjet che al à voie di fâ cognossi la varietât dal paisaç de regjon, tignude dongje dai sunôrs e dal lessic de lenghe furlane e fâ incuintrâ lis personis che a vivin dentri o che a son di passaç, par vie dal teatri… parcè che il teatri nol è dome un puest, ma al è une forme di integrazion e agregazion culturâl par piçui e grancj!

Il laboratori e il spetacul

Il laboratori al è un event ludic e creatîf sore nuie che si fâs in lenghe furlane un pâr di dîs prime dal spetacul Falù.
Dilunc dal laboratori, che al dure su par ju 2 oris, la cubie frut/e – gjenitôr, sot de vuide di 2 operadôrs teatrâi e in gracie di un kit creatîf e fâs un pipin origjinâl di stofee al impare cualchi moviment par doprâ il pipin.

I partecipants a son po dopo invidâts a viodi il spetacul insiemi ai gnûfs pipins par fâju incuintrâ dal vîf cun Falù e cun i altris protagoniscj dal spetacul! Cui jenfri lôr al deventarà un gnûf amì di Falù?
I fruts che no saran rivâts a partecipâ al laboratori ma che a varan voie di fâ un pipin a cjase, podaran ritirâ un kit creatîf in teatri intal dì dal spetacul e seguî lis istruzion che a cjataran dentri.

Impuartant: ancje se il spetacul al è sore nuie sedi par i fruts che par i grancj, vignît in tancj!

Seguît il calendari dai nestris events su la pagjine FB/I gnôfs amîs di Falù par cjatâ lis datis e i lûcs dai laboratoris e dai spetacui e visitait il nestri profîl Instagram par viodi i gnûfs amîs di Falù e par dâ i cûrs ai pipins che plui us plasin!
Cun di plui, ducj i pipins fats e fotografâts dilunc dal laboratori, a son presints on line inte sezion Nuovi amici di Falù.

Il kit creatîf

Al è un kit origjinâl ideât dal Teatro della Sete che al ten dentri:

  1. Materiâi par fâ il pipin sielts de senografe di Falù, Virginia Di Lazzaro.
  2. Istruzions dissegnadis de nestre ilustradore preferide Serena Giacchetta che us judaran a fâ un pipin di stofe origjinâl.
  3. Informazions sul progjet “Un amì par Falù” e cemût partecipâ ae votazion on line.
  4. Presentazion dal spetacul Falù (par ricuardâus l’apontament cun i atôrs e i protagoniscj de storie).

Par jessi sigûrs di dâus il necessari, il kit al è pront intun sacut cu la cjarte di identitât dal pipin di personalizâ cun il non e i aspiets distintîfs dal vuestri pipinot (lis trê carateristichis che i son stadis dadis par furlan e par talian dal frut/e che lu à creât). Cjapait dal timp… al è impuartant resonâ sul non! Noaltris us vignarìn daûr fin ai 31 di Dicembar dal 2018!

Il vêr amì di Falù e dal Teatro della Sete si ricognòs dal bol “Un amì par Falù” che si cjate parsore de sporte dal kit creatîf!

Per trovare le parole in friulano, potete aiutarvi con il Grande Dizionario Bilingue Italiano-Friulano: ARLeF – Grant Dizionari Bilengâl Talian-Furlan.

I gnôfs amîs di Falù

Ma cui isal Falù?

Al è il protagonist dal omonim spetacul di teatri di figure, ven a stai un frut che si cjate su une isuledi bessôl. Cirint cualchidun che al podedi judâlu, al cjate la pavee Rossa, che si ufrìs di fâi di mame: al va daûr dal ridicul marsupiâl Quokka e al fronte Golia, un mostri cun la lenghe zale. Par finî al cjate il Dottor Toff, che forsit al podarà dai une man inte sô disaventure.

Il spetacul al dopre la tecniche dal teatri di figure cun la manipolazion a viste: doi atôrs, simpri presints in sene, a vivin lis aventuris di Falù cuntun lengaç di zûc, sempliç ma poetic, compagnât di cjançons e musichis origjinâlis fatis di Alan Malusà Magno.
Se tu sês interessât a sintî une cjançon dal spetacul, tu puedis clicâ achì.

I fruts a daran un non e trê cualitâts che ju rapresentedi par talian e in lenghe furlane ai gnûfs pipins fats in gracie dal kit creatîf; lis fotos dai pipins a vignaran daspò publicadis su Instagram. I pipins plui votâts, chei che a varan plui cûrs su Instagram, a deventaran i gnûfs amîs di Falù!

O ringraciìn i gjenitôr e i grancj che a judaran i fruts e nus daran une man cun la publicazion des fotos dai pipins!

Cjale i amîs di Falù fats dilunc dai laboratoris creatîfs dal progjet “Un amì par Falù”:

  • mi clami BERTO

    o soi svelt, biel, plen di sium

  • mi clami DINTON

    o soi braurôs, sglonf, avilît

  • mi clami RACCHIO

    o soi plen di fam, amôr e fuarce

  • mi clami SCOVACIS

    o soi strac madûr, cragnôs, simpatic

Il progetto

Il progetto Un amico per Falù, approvato e sostenuto da ARLeF, Agenzia regionale per la lingua friulana, si sviluppa come un’esperienza creativa per bambini e le loro famiglie attraverso un laboratorio ludico che precede la visione dello spettacolo teatrale Falù in 10 luoghi delle 3 province del Friuli Venezia Giulia in cui si parla friulano (Udine, Gorizia e Pordenone) e una partecipazione attiva alla campagna online “Trova un nuovo amico per Falù!”.

Grazie ai comuni che sostengono il progetto verranno realizzate attività gratuite per le famiglie che si intrecciano per creare un evento unico con l’obiettivo di sensibilizzare, informare, diffondere e rafforzare l’utilizzo della lingua friulana tra le nuove generazioni, attraverso il teatro ed esperienze ludiche, culturali informative.

Par scaricare il documento con dettagli del progetto CLICCA QUI.

I comuni coinvolti nel progetto ospitano prima il laboratorio creativo, da svolgere nelle biblioteche o nei centri culturali, e poi lo spettacolo teatrale Falù, dedicato ai bambini/e dai 5 anni in su. Un amico per Falù è un progetto che vuole far conoscere la varietà paesaggistica della regione, unita dai suoni e dal lessico della lingua friulana e far incontrare le persone che ci vivono o che sono di passaggio, attraverso il teatro… perché il teatro non è solo un luogo, ma una forma di integrazione e aggregazione culturale per piccoli e grandi!

Il laboratorio e lo spettacolo

Il laboratorio è un evento ludico-creativo, gratuito, in lingua friulana, dura circa 2 ore e si svolge un paio di giorni prima dello spettacolo Falù.

Durante il laboratorio la coppia bambina/o-genitore riceve un kit creativo e viene guidata, da 2 operatori teatrali, nella costruzione di un burattino originale di stoffa e nell’acquisizione di alcuni movimenti di manipolazione del pupazzo.

I partecipanti sono quindi invitati ad assistere allo spettacolo insieme ai nuovi burattini per farli incontrare dal vivo con Falù e con gli altri protagonisti dello spettacolo! Chi di loro diventerà un nuovo amico per Falù?

I bambini che non saranno riusciti a partecipare al laboratorio ma che vorranno costruirsi un pupazzo a casa, potranno ritirare un kit creativo in teatro il giorno dello spettacolo e seguire le istruzioni che troveranno all’interno.

Importante: anche lo spettacolo è gratuito sia per bambini che per gli adulti, venite numerosi!

Seguite il calendario dei nostri eventi sulla pagina FB/Un amico per Falù per trovare le date e i luoghi dei laboratori e degli spettacoli e visitate il nostro profilo Instagram per vedere i nuovi amici di Falù e per assegnare i cuoricini ai pupazzi che vi piacciono di più!

Tutti i pupazzi creati e fotografati durante il laboratorio sono presenti online nella sezione Nuovi amici di Falù.

Il kit creativo

È un kit originale ideato dal Teatro della Sete che contiene:

  1. i materiali per creare il burattino scelti dalla scenografa di Falù, Virginia Di Lazzaro
  2. le illustrazioni, disegnate dalla nostra illustratrice preferita Serena Giacchetta, che vi aiutano a costruire un originale burattino di stoffa
  3. le informazioni sul progetto “Un amico per Falù” e le indicazioni per partecipare alla votazione online
  4. la presentazione dello spettacolo Falù (per ricordarvi l’appuntamento con gli attori e i protagonisti della storia).

Per essere sicuri di consegnarvi il necessario, il kit è pronto in un sacchetto con la carta d’identità del burattino da personalizzare con il nome e i segni distintivi del vostro pupazzo (le tre caratteristiche che gli sono state attribuite in friulano e in italiano dal bambino/a che l’ha creato). Prendetevi del tempo… è importante ragionare sul nome! Noi vi seguiamo fino al 31 dicembre 2018!

Il vero amico di Falù e del Teatro della Sete si riconosce dal timbro “Un amico per Falù” che si trova sul sacchetto del kit creativo!

Per trovare le parole in friulano, potete aiutarvi con il Grande Dizionario Bilingue Italiano-Friulano: ARLeF – Grant Dizionari Bilengâl Talian-Furlan.

I nuovi amici di Falù

Ma chi è Falù?

È il protagonista dell’omonimo spettacolo di teatro di figura, ovvero un bambino che si ritrova su un’isola da solo. Cercando qualcuno che possa aiutarlo, incontra la farfalla Rossa, che si offre di fargli da mamma; insegue il buffo marsupiale Quokka e affronta Golia, un mostro dalla lingua gialla. Infine trova il Dottor Toff, che forse potrà dargli una mano nella sua disavventura.

Lo spettacolo adopera la tecnica del teatro di figura con manipolazione a vista: due attori, sempre presenti in scena, vivono le avventure di Falù con un linguaggio giocoso, semplice ma poetico, accompagnato da canzoni e musiche originali composte da Alan Malusà Magno.
Se sei interessato a sentire una canzone dello spettacolo, puoi cliccare qui.

I bambini daranno un nome e tre qualità rappresentative in italiano e in lingua friulana ai nuovi burattini costruiti grazie al kit creativo;  le foto dei burattini  verranno poi pubblicate su Instagram. I pupazzi più votati, quelli che riceveranno più cuoricini su Instagram, diventeranno i nuovi amici di Falù!

Ringraziamo i genitori e gli adulti che aiuteranno i bambini e ci daranno una mano con la pubblicazione delle foto dei pupazzi!

Guarda gli amici di Falù costruiti durante i laboratoricreativi del progetto “Un amico per  Falù”:

  • mi clami BERTO

    o soi svelt, biel, plen di sium

  • mi clami DINTON

    o soi braurôs, sglonf, avilît

  • mi clami RACCHIO

    o soi plen di fam, amôr e fuarce

  • mi clami SCOVACIS

    o soi strac madûr, cragnôs, simpatic

Il progjet

Il progjet Un amì par Falù, aprovât e sostignût de ARLeF, la Agjenzie regjonâl pe lenghe furlane, si disvilupe tant che une esperience creative par fruts e par lis lôr fameis par vie di un laboratori di zûc che al ven prime de vision dal spetacul teatrâl Falù in 10 puescj des 3 provinciis dal FVJ là che si fevele furlan (Udin, Gurize e Pordenon) e une partecipazion ative ae campagne on line “Cjate un gnûf amì par Falù!”.

In gracie dai comuns che a judaran il progjet vignaran fatis des ativitâts sore nuie par lis fameis che si cjatin par creâ un event unic cun l’obietîf di sensibilizâ, informâ, difondi e rinfuarcî il doprâ de lenghe furlane jenfri lis gnovis gjenerazions, par vie dal teatri e des esperiencis di zûc, culturâls e informativis.

Il progjet al è stât inviât al prin di Jugn e al finirà ai 31 di Dicembar dal 2018.
Par scjamâ il document cui detais dal progjet clicait achì.

Il progjet al ten dentri 10 lûcs des 3 provinciis dal Friûl là che si fevele furlan (Udin, Gurize e Pordenon) intun percors origjinâl tacât ai 6 di Avost e che si sierarà ai 31 di Dicembar 2018.

I comuns tirâts dentri intal progjet a ospitaran come prime robe il laboratori creatîf, di fâ intes bibliotechis o intai centris culturâi, e daspò il spetacul teatrâl Falù, dedeât ai fruts e a lis frutis a tacâ dai 5 agns. Un amì par Falù al è un progjet che al à voie di fâ cognossi la varietât dal paisaç de regjon, tignude dongje dai sunôrs e dal lessic de lenghe furlane e fâ incuintrâ lis personis che a vivin dentri o che a son di passaç, par vie dal teatri… parcè che il teatri nol è dome un puest, ma al è une forme di integrazion e agregazion culturâl par piçui e grancj!

Il laboratori e il spetacul

Il laboratori al è un event ludic e creatîf sore nuie che si fâs in lenghe furlane un pâr di dîs prime dal spetacul Falù.
Dilunc dal laboratori, che al dure su par ju 2 oris, la cubie frut/e – gjenitôr, sot de vuide di 2 operadôrs teatrâi e in gracie di un kit creatîf e fâs un pipin origjinâl di stofee al impare cualchi moviment par doprâ il pipin.

I partecipants a son po dopo invidâts a viodi il spetacul insiemi ai gnûfs pipins par fâju incuintrâ dal vîf cun Falù e cun i altris protagoniscj dal spetacul! Cui jenfri lôr al deventarà un gnûf amì di Falù?
I fruts che no saran rivâts a partecipâ al laboratori ma che a varan voie di fâ un pipin a cjase, podaran ritirâ un kit creatîf in teatri intal dì dal spetacul e seguî lis istruzion che a cjataran dentri.

Impuartant: ancje se il spetacul al è sore nuie sedi par i fruts che par i grancj, vignît in tancj!

Seguît il calendari dai nestris events su la pagjine FB/Un amico per Falù par cjatâ lis datis e i lûcs dai laboratoris e dai spetacui e visitait il nestri profîl Instagram par viodi i gnûfs amîs di Falù e par dâ i cûrs ai pipins che plui us plasin!
Cun di plui, ducj i pipins fats e fotografâts dilunc dal laboratori, a son presints on line inte sezion Nuovi amici di Falù.

Il kit creatîf

Al è un kit origjinâl ideât dal Teatro della Sete che al ten dentri:

  1. Materiâi par fâ il pipin sielts de senografe di Falù, Virginia Di Lazzaro.
  2. Istruzions dissegnadis de nestre ilustradore preferide Serena Giacchetta che us judaran a fâ un pipin di stofe origjinâl.
  3. Informazions sul progjet “Un amì par Falù” e cemût partecipâ ae votazion on line.
  4. Presentazion dal spetacul Falù (par ricuardâus l’apontament cun i atôrs e i protagoniscj de storie).

Par jessi sigûrs di dâus il necessari, il kit al è pront intun sacut cu la cjarte di identitâtdal pipin di personalizâ cun il non e i aspiets distintîfs dal vuestri pipinot (lis trê carateristichis che i son stadis dadis par furlan e par talian dal frut/e che lu à creât). Cjapait dal timp… al è impuartant resonâ sul non! Noaltris us vignarìn daûr fin ai 31 di Dicembar dal 2018!

Il vêr amì di Falù e dal Teatro della Sete si ricognòs dal bol “Un amì par Falù” che si cjate parsore de sporte dal kit creatîf!

Per trovare le parole in friulano, potete aiutarvi con il Grande Dizionario Bilingue Italiano-Friulano: ARLeF – Grant Dizionari Bilengâl Talian-Furlan.

I gnôfs amîs di Falù

Ma cui isal Falù?

Al è il protagonist dal omonim spetacul di teatri di figure, ven a stai un frut che si cjate su une isuledi bessôl. Cirint cualchidun che al podedi judâlu, al cjate la pavee Rossa, che si ufrìs di fâi di mame: al va daûr dal ridicul marsupiâl Quokka e al fronte Golia, un mostri cun la lenghe zale. Par finî al cjate il Dottor Toff, che forsit al podarà dai une man inte sô disaventure.

Il spetacul al dopre la tecniche dal teatri di figure cun la manipolazion a viste: doi atôrs, simpri presints in sene, a vivin lis aventuris di Falù cuntun lengaç di zûc, sempliç ma poetic, compagnât di cjançons e musichis origjinâlis fatis di Alan Malusà Magno.
Se tu sês interessât a sintî une cjançon dal spetacul, tu puedis clicâ achì.

I fruts a daran un non e trê cualitâts che ju rapresentedi par talian e in lenghe furlane ai gnûfs pipins fats in gracie dal kit creatîf; lis fotos dai pipins a vignaran daspò publicadis su Instagram. I pipins plui votâts, chei che a varan plui cûrs su Instagram, a deventaran i gnûfs amîs di Falù!

O ringraciìn i gjenitôr e i grancj che a judaran i fruts e nus daran une man cun la publicazion des fotos dai pipins!

Cjale i amîs di Falù fats dilunc dai laboratoris creatîfs dal progjet “Un amì par Falù”:

  • mi clami BERTO

    o soi svelt, biel, plen di sium

  • mi clami DINTON

    o soi braurôs, sglonf, avilît

  • mi clami RACCHIO

    o soi plen di fam, amôr e fuarce

  • mi clami SCOVACIS

    o soi strac madûr, cragnôs, simpatic

Il progetto

Il progetto Un amico per Falù, approvato e sostenuto da ARLeF, Agenzia regionale per la lingua friulana, si sviluppa come un’esperienza creativa per bambini e le loro famiglie attraverso un laboratorio ludico che precede la visione dello spettacolo teatrale Falù in 10 luoghi delle 3 province del Friuli Venezia Giulia in cui si parla friulano (Udine, Gorizia e Pordenone) e una partecipazione attiva alla campagna online “Trova un nuovo amico per Falù!”.

Grazie ai comuni che sostengono il progetto verranno realizzate attività gratuite per le famiglie che si intrecciano per creare un evento unico con l’obiettivo di sensibilizzare, informare, diffondere e rafforzare l’utilizzo della lingua friulana tra le nuove generazioni, attraverso il teatro ed esperienze ludiche, culturali informative.

Par scaricare il documento con dettagli del progetto CLICCA QUI.

I comuni coinvolti nel progetto ospitano prima il laboratorio creativo, da svolgere nelle biblioteche o nei centri culturali, e poi lo spettacolo teatrale Falù, dedicato ai bambini/e dai 5 anni in su. Un amico per Falù è un progetto che vuole far conoscere la varietà paesaggistica della regione, unita dai suoni e dal lessico della lingua friulana e far incontrare le persone che ci vivono o che sono di passaggio, attraverso il teatro… perché il teatro non è solo un luogo, ma una forma di integrazione e aggregazione culturale per piccoli e grandi!

Il laboratorio e lo spettacolo

Il laboratorio è un evento ludico-creativo, gratuito, in lingua friulana, dura circa 2 ore e si svolge un paio di giorni prima dello spettacolo Falù.

Durante il laboratorio la coppia bambina/o-genitore riceve un kit creativo e viene guidata, da 2 operatori teatrali, nella costruzione di un burattino originale di stoffa e nell’acquisizione di alcuni movimenti di manipolazione del pupazzo.

I partecipanti sono quindi invitati ad assistere allo spettacolo insieme ai nuovi burattini per farli incontrare dal vivo con Falù e con gli altri protagonisti dello spettacolo! Chi di loro diventerà un nuovo amico per Falù?

I bambini che non saranno riusciti a partecipare al laboratorio ma che vorranno costruirsi un pupazzo a casa, potranno ritirare un kit creativo in teatro il giorno dello spettacolo e seguire le istruzioni che troveranno all’interno.

Importante: anche lo spettacolo è gratuito sia per bambini che per gli adulti, venite numerosi!

Seguite il calendario dei nostri eventi sulla pagina FB/Un amico per Falù per trovare le date e i luoghi dei laboratori e degli spettacoli e visitate il nostro profilo Instagram per vedere i nuovi amici di Falù e per assegnare i cuoricini ai pupazzi che vi piacciono di più!

Inoltre, tutti i pupazzi creati e fotografati durante il laboratorio, sono presenti online nella sezione Nuovi amici di Falù

Il kit creativo

È un kit originale ideato dal Teatro della Sete che contiene:

  1. i materiali per creare il burattino scelti dalla scenografa di Falù, Virginia Di Lazzaro
  2. le illustrazioni, disegnate dalla nostra illustratrice preferita Serena Giacchetta,che vi aiutano a costruire un originale burattino di stoffa.
  3. le informazioni sul progetto “Un amico per Falù” le indicazioni per partecipare alla votazione online.
  4. la presentazione dello spettacolo Falù (per ricordarvi l’appuntamento con gli attori e i protagonisti della storia).

Per essere sicuri di consegnarvi il necessario, il kit è pronto in un sacchetto con la carta d’identità del burattino da personalizzare con il nome e i segni distintivi del vostro pupazzo (le tre caratteristiche che gli sono state attribuite in friulano e in italiano dal bambino/a che l’ha creato). Prendetevi del tempo… è importante ragionare sul nome! Noi vi seguiamo fino al 31 dicembre 2018!

Il vero amico di Falù e del Teatro della Sete si riconosce dal timbro “Un amico per Falù” che si trova sul sacchetto del kit creativo!

Per trovare le parole in friulano, potete aiutarvi con il Grande Dizionario Bilingue Italiano-Friulano: ARLeF – Grant Dizionari Bilengâl Talian-Furlan.

I nuovi amici di Falù

Ma chi è Falù?

È il protagonista dell’omonimo spettacolo di teatro di figura, ovvero un bambino che si ritrova su un’isola da solo. Cercando qualcuno che possa aiutarlo, incontra la farfalla Rossa, che si offre di fargli da mamma; insegue il buffo marsupiale Quokka e affronta Golia, un mostro dalla lingua gialla. Infine trova il Dottor Toff, che forse potrà dargli una mano nella sua disavventura.

Lo spettacolo adopera la tecnica del teatro di figura con manipolazione a vista: due attori, sempre presenti in scena, vivono le avventure di Falù con un linguaggio giocoso, semplice ma poetico, accompagnato da canzoni e musiche originali composte da Alan Malusà Magno.
Se sei interessato a sentire una canzone dello spettacolo, puoi cliccare qui.

I bambini daranno un nome e tre qualità rappresentative in italiano e in lingua friulana ai nuovi burattini costruiti grazie al kit creativo;  le foto dei burattini  verranno poi pubblicate su Instagram. I pupazzi più votati, quelli che riceveranno più cuoricini su Instagram, diventeranno i nuovi amici di Falù!

Ringraziamo i genitori e gli adulti che aiuteranno i bambini e ci daranno una mano con la pubblicazione delle foto dei pupazzi!

Guarda gli amici di Falù costruiti durante i laboratoricreativi del progetto “Un amico per  Falù”:

  • mi clami BERTO

    o soi svelt, biel, plen di sium

  • mi clami DINTON

    o soi braurôs, sglonf, avilît

  • mi clami RACCHIO

    o soi plen di fam, amôr e fuarce

  • mi clami SCOVACIS

    o soi strac madûr, cragnôs, simpatic