• Rassegna Passaggi 2023

PASSAGGI

Eventi da vivere come brevi viaggi.
Immergendosi nelle storie e nei luoghi.
Concedendosi del tempo per andare “altrove” per poi tornare a sé.

GIOVEDÌ 22 GIUGNO

Alfonsina Corridora

ALFONSINA, CORRIDORA

Spettacolo di teatro, musica, immagini

ore 21.00 I Corte di Palazzo Morpurgo, Udine
di e con Maria Giulia Campioli
con le canzoni originali di Francesco Grillenzoni e Stefano Garuti
una produzione Teatro al Quadrato/Tupamaros-musica resistente

Una storia di riscatto e passione: quella di Alfonsina Morini in Strada, la prima donna che ha partecipato al Giro d’Italia.
Nel Regno d’Italia di inizio ‘900, Alfonsina apre la strada alle donne nello sport più epico ed eroico di tutti i tempi e conquista, tappa dopo tappa, la sua libertà e l’affetto popolare.

Ingresso gratuito.

MARTEDÌ 4 LUGLIO

Noufcent

NOUFCENT

“Novecento” di Alessandro Baricco raccontato in lingua friulana

ore 21.00 I Corte di Palazzo Morpurgo, Udine
al racconto Michele Zamparini
alla fisarmonica Paolo Forte
aiuto regia Gianluca Valoppi, Giuliano Iacuzzi
traduzione Alessandro Valoppi

Con la forza evocativa delle parole e la poesia della musica Michele Zamparini e Paolo Forte narrano l’incredibile storia del leggendario pianista sull’oceano nato e vissuto su una nave senza mai, ma proprio mai, scendere da lì, riuscendo al contempo a far conoscere il suo talento in tutto il mondo.
Un racconto incredibile, ironico, genuino, vero, profondo.

Sullo sfondo e in realtà quasi in primo piano, un’altra storia: quella dei migranti di inizio ‘900 che andavano all’estero a cercar fortuna. Un fenomeno che ha riguardato in larga scala l’Italia, così come il Friuli, a tal punto da diventare parte integrante della storia della nostra comunità.
La scelta della lingua friulana rende in questo senso il racconto più familiare e intimo, lo avvicina alle nostre radici, contemporaneamente le proietta in un contesto insolito e inaspettato.

Ingresso gratuito.

MERCOLEDÌ 2 AGOSTO

Sfiorire nemmeno un istante

SFIORIRE NEMMENO UN ISTANTE

spettacolo itinerante con ascolto in cuffia

ore 19 e ore 21 I partenza dalla Loggia del Lionello, Udine
con Lucia Linda, Giulia Pes, Valentina Rivelli
e la voce di Daniele Fior
creazioni audio Renato Rinaldi
creazioni video Claudio Cescutti
regia Caterina Di Fant
drammaturgia e produzione Teatro della Sete

Un’azione teatrale lungo le vie della città fatta di voci e suoni, attrici dal vivo, animazioni e video in un viaggio immersivo alla scoperta di frammenti di storia di tre donne del Friuli – Venezia Giulia che, prima della fine della Seconda guerra mondiale, spiccarono il volo per diventarne Memoria.

Pasolini descrive la Resistenza come una luce, e quella delle donne è stata una luce fatta di coraggio e di valore, nella totale segretezza. Le artiste del Teatro della Sete indagano la luce che si risveglia dentro sé quando nel presente troviamo le forme possibili del prendersi cura dell’Altro e di noi stessi. Quando proteggiamo, quando siamo felici, quando sappiamo aspettare e quando abbiamo il coraggio di agire.

POSTI LIMITATI al numero di cuffie disponibili, prenotazioni 371 4828121

DOMENICA 17 SETTEMBRE

ERBE E CAVERNE

racconto scenico per bambini dai 6 anni in su

ore 17 Parco Sant’Osvaldo, Udine
con Elisa Menon, Giulia Pes e Valentina Rivelli
produzione Le Muse Orfane in collaborazione con Fierascena

Un racconto teatrale alla scoperta delle Krivapete, personaggi mitici delle Valli del Natisone: donne dai piedi ritorti, questo il significato del nome sloveno, misteriose creature che abitavano grotte e anfratti nei pressi dei torrenti.

Evento per bambini e ragazzi dai 6 anni e le loro famiglie.

ingresso gratuito

a seguire…

TRACCE RADICI

laboratorio creativo per bambini dai 6 anni in su

ore 17.45 Parco Sant’Osvaldo, Udine
condotto da Caterina Di Fant e Serena Giacchetta – Teatro della Sete

Un’esperienza per avvicinarsi alla scoperta di pigmenti estratti a mano dai vegetali che fluiscono dalle piante per mettere radice sulla carta.

Dalla preparazione del colore alle sfumature, dal pennello al segno sul foglio, per farsi stupire dall’immagine che compare e prende forma dai segni liquidi.

Ingresso gratuito

POSTI LIMITATI, prenotazioni: 371 4828121

MERCOLEDÌ 20 SETTEMBRE

TRA umane vicende di confine

LA DOMENICA DELLE SCOPE

racconto scenico per bambini e famiglie

ore 17 Biblioteca Civica “V. Joppi” Sezione Ragazzi, Udine
con Lucia Linda Giulia Pes
testi estratti dal libro LA DOMENICA DELLE SCOPE di Roberto Covaz, LEG Edizioni
produzione Teatro della Sete

La storia parla di uno spontaneo superamento di confine, avvenuto a Gorizia il 13 agosto 1950: uno sconfinamento che ci permette di riflettere sul concetto di limiti e di superamento degli stessi, sull’amicizia tra i popoli, sulla cooperazione all’interno del contesto europeo e su quanto sia grande il patrimonio di storie di una cultura transfrontaliera che rispetta la diversità culturale.

Evento per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni e loro famiglie.

in caso di maltempo l’evento verrà recuperato mercoledì 27 settembre alle ore 17

MARTEDÌ 24 OTTOBRE

LA DOMENICA DELLE SCOPE

presentazione del libro in presenza dell’autore Roberto Covaz

ore 18 Biblioteca Civica “V. Joppi” Sala Corgnali, Udine
media l’intervista Lucia Linda

presentazione del libro
LA DOMENICA DELLE SCOPE di Roberto Covaz, LEG Edizioni

Ospite di “Incontriamoci in biblioteca”, un dialogo con l’autore Roberto Covaz alla scoperta del suo racconto-mosaico in grado di condurci all’essenza dell’idea di confine.

A ridosso dell’impenetrabile confine tra Gorizia e la neonata Nova Gorica, domenica 13 agosto 1950, accade un evento straordinario. A migliaia, i goriziani rimasti in Jugoslavia dopo il 17 settembre 1947 superano il confine per tornare ad abbracciare amici, parenti e fidanzate, incuranti dei fucili dei soldati jugoslavi, i graniciari, ferrei controllori della frontiera tra l’Occidente democratico e la repubblica di Tito, avamposto dell’Est europeo.
Durante la loro permanenza a Gorizia, gli jugoslavi si disperdono nei caffè cittadini, nelle osterie e nei negozi, rimasti aperti nell’imminenza del Ferragosto.

È una giornata di festa interminabile…

MERCOLEDÌ 25 OTTOBRE

Science, she did!

SCIENCE, SHE DID!

casi di scienziate s/velati dalla storia

ore 10 Museo Friulano di Storia Naturale di Udine

Just Hedy
spettacolo teatrale con Caterina Di Fant e Giulia Pes
regia Valentina Rivelli
scenografia da tavolo Serena Giacchetta
drammaturgia e produzione Teatro della Sete

a seguire
laboratorio esperienziale sul concetto di selezione e mimetismo in natura
condotto da Giada Rossi – Kaleidoscienza
scenografia degli alberi Francesca Teot – Kaleidoscienza

Nella vita delle scienziate ricorrono misteri legati all’ambito accademico, alla storia delle loro ricerche o al riconoscimento dei meriti per le loro scoperte.
Quest’ultimo è il caso anche di Hedy Lamarr, donna geniale ed eclettica.
Teatro della Sete e Kaleidoscienza ricompongono aneddoti, segreti e indizi della sua vita, per divulgare la cultura scientifica con strumenti formativi non tradizionali.

LUNEDÌ 30 OTTOBRE

Parole e sassi - Teatro della Sete

PAROLE E SASSI

matinée per le scuole

ore 10.30 Scuola Primaria di Pontebba (UD)

con Valentina Rivelli / Collettivo Progetto Antigone
regia Letizia Quintavalla
distribuzione per il FVG Teatro della Sete

La Tragedia di Antigone raccontata con un allestimento semplice e scarno, fatto di parole e sassi.
Gli spettatori fanno esperienza assieme all’attrice di quella democrazia greca che ci scorre nelle vene per allenarsi, con parole vecchie di 2500 anni, a riflettere sul presente, per immaginare un futuro migliore.
Un progetto femminile d’impegno civile, radicato nell’idea di un teatro che serve per cambiare il mondo.

SABATO 25 NOVEMBRE E SABATO 2 DICEMBRE

Brown paper puppet

BROWN PAPER PUPPET

laboratorio per la costruzione e l’animazione di marionette di carta

ore 10.00 ex Cinema Italia, San Vito al Tagliamento (PN) (UD)

laboratorio condotto da Michele Polo

Due mattinate per immergersi, assieme agli attori delle Compagnie Noi Artisti e Teatro della Sete, alla scoperta della Brown Paper Puppet.
La sua costruzione è semplice e alla portata di tutti.
Il burattinaio Michele Polo, partendo dai fogli di carta da pacco marrone, insegnerà a tutti i partecipanti come realizzare più marionette e come animarle in trio: sì, perché la Brown Paper Puppet non ha fili, a muoverla è la collaborazione di tre persone, come nel Bunraku, il teatro delle marionette giapponese.

Costruire, coordinare, ascoltarsi, animare e far vivere una storia sulla scena senza bisogno delle parole, sarà il programma per creare un filo comune nelle due giornate di lavoro, scoprendo che una marionetta, come tutti gli oggetti animati, può possedere capacità precluse all’uomo: può volare, dividersi, riunirsi, rimpicciolire e ingrandirsi… il solo limite è la fantasia!

La partecipazione, aperta ai ragazzi a partire dai 14 anni e agli adulti, è gratuita.
Informazioni e prenotazioni: 333135032