• "

TSU | TEATRO SOSTA URBANA 2020/2 | CADUTE

seguici su fb: TSU Teatro Sosta Urbana  |  iscriviti alla newsletter TSU Eventi

Cadute.
Il parco come luogo reale che diventa un paesaggio interiore.
Lo spettatore intraprende un viaggio, incontra delle immagini, delle apparizioni, piccole storie a sé che compongono una realtà, che come in un caleidoscopio muta continuamente natura e significato.
Come entrando nel castello delle streghe o nel tunnel dell’amore al luna park, chi entra si trova immerso in un mondo strano e fa conoscenza con personaggi assurdi, poetici, a volte patetici, alle prese con la reiterazione di un momento della storia, la sua distruzione e la ricostruzione della stessa. Vogliamo con questo lavoro testimoniare il bisogno di prossimità e di partecipazione che sta alla base dello spettacolo dal vivo, riaffermando il ruolo centrale dell’essere presenti, insieme, nella creazione e condivisione di un rito antico e contemporaneo, sopravvissuto alle peggiori catastrofi e da esse rinato … sempre.

Andrea Collavino – direttore artistico di TSU

venerdì 7 agosto 2020

h. 17.00 I TSU Kids
regia di Ferruccio Merisi
con Martina Santelia e Daria Sadovskaia
compagnia Hellequin

Bang Bang

Biely e Avost, il Bianco e l’Augusto, rispettivamente in lingua russa e friulana, sono la forma fondamentale delle coppie tradizionali di clown: il Bianco fa la parte dell’intelligente e del virtuoso, e l’Augusto quella del monello e dell’imbranato.
I due clown a colpi di gag comiche creano una trama di scherzi, dispetti, alleanze, che alla fin fine sono la sostanza di una forte e sincera amicizia.
Come quella che solo due bambini vivaci e appassionati sanno incarnare.
Ma il clown è per antonomasia l’adulto-bambino.

Biglietto unico: €5
Fino a esaurimento posti

17.00 – 19.00 I TSU Lab
Laboratorio Gestalt-filosofico
conduce Annamaria Lo Monaco del Centro Gestalt Udine

Voli e cadute

Un volo di andata e ritorno per crescere col piacere di farlo. Insieme, in prima persona.
Tre incontri con Annamaria Lo Monaco in cui alternare riflessioni filosofiche ed esperienze gestaltiche.
Non pensa che si assomiglino, il coraggio e la curiosità? – disse May – Dove c’è la curiosità c’è il coraggio, e dove c’è il coraggio c’è la curiosità, non le pare? da L’uccello che girava le viti del mondo di Murakami Haruki
Scoprire che il desiderio è come quel libero uccello: si alza e si posa, non può alzarsi se prima non si posa né posarsi se non si è librato in volo.
Domande come queste ci condurranno fra voli e cadute, lanciandoci piacevolmente in riflessioni filosofiche ed esperienze gestaltiche.

Singolo incontro: €5
È possibile partecipare a uno, a due o a tutti e tre gli incontri.
Info e prenotazioni (posti limitati per 15 partecipanti) tel. 371 48 28 121

19.00 I TSU Incontri
conversazione su utopia e speranza
con Gerardo Cunico e Anna Czajka
a cura di BLOOM

Vivere in tempi di cambiamento

Come rialzarsi dopo una caduta?
Per riprendere a volare bisogna prima sognare di farlo.
Utopia e speranza sono concetti cardine dell’esperienza di qualunque epoca storica: cosa c’è, infatti, di più caratteristico di ogni società se non proprio l’utopia che la muove verso il futuro?
È nello scarto tra presente e futuro, tra gettatezza e progetto, che si snoda la vita di ogni individuo.
Nella contemporaneità che viviamo, che ci costringe a pensare l’utopia solamente come un’illusione o una fantasticheria dalla quale tenersi alla larga, sentiamo più che mai la necessità di ricominciare a progettare e a sperare.
Cosa può dunque insegnarci ancora Ernst Bloch su questi due concetti, utopia e speranza, oggi? Come può il pensiero di questo filosofo di un secolo fa parlare ancora a noi che viviamo dopo la fine della storia?
Ne parleremo con l’associazione Bloom, Gerardo Cunico e Anna Czajka, partendo dal libro “Ernst Bloch: ritorno al futuro” per dar vita a una discussione aperta a tutti.
Perché è solo partendo dal futuro che siamo in grado di sognare che possiamo dar forma al presente che desideriamo abitare.

Gerardo Cunico insegna filosofia teoretica all’università di Genova. È autore di “Ernst Bloch: ritorno al futuro” e di numerose pubblicazioni sui temi della filosofia tedesca, del messianismo filosofico e del dialogo interculturale e interreligioso.
Anna Czajka è ricercatrice in filosofia all’università di Varsavia. È autrice di “Tracce dell’umano. Il pensiero narrante di Ernst Bloch” e di varie pubblicazioni sul pensiero di Bloch e sul tema dell’interculturalità.

Ingresso gratuito

21.30 I TSU Musica
Concerto per violoncello solo ed elettronica
di Riccardo Pes

Risonanza

Con brani ispirati alla natura, Riccardo Pes indaga il concetto di “risonanza”, per il quale oggetti affini entrano in vibrazione tra loro.

Riccardo Pes, nato a Spilimbergo, si diploma con il massimo dei voti al Conservatorio di Venezia, all’Accademia Santa Cecilia di Roma con Giovanni Sollima e al Royal College of Music di Londra, dove ha intrapreso un’importante carriera concertistica. Come compositore ha firmato un contratto con la casa editrice Sonzogno di Milano. Si esibisce in Italia e all’estero sia come solista sia in formazioni cameristiche di trio.

Ingresso gratuito

sabato 8 agosto

h. 17.00 I TSU Kids
laboratorio di gioco e movimento
con Luisa Amprimo

Su e giù

Il tema della caduta esplorato attraverso il gioco e il movimento.
Adulti e bambini saranno accompagnati a sperimentare con il proprio corpo la gravità, l’alto e il basso, si divertiranno a giocare con il proprio e l’altrui equilibrio, scopriranno nuovi modi di cadere e nuovi modi di danzare.

Luisa Ampimo, laureata in Educazione Professionale con master in Professione Psicomotricista, collabora come danzatrice con la compagnia di danza contemporanea Arearea, conduce laboratori di danza e movimento rivolti a bambini, ragazzi, adulti, disabili e persone con il morbo di Parkinson.

Per coppie di genitori e figli (bambini di età dai 6 ai 10 anni)
Costo a coppia: €10

Info e prenotazioni (posti limitati per 12 coppie): tel 371 48 28 121

17.00 – 19.00 I TSU Lab
Laboratorio Gestalt-filosofico
conduce Annamaria Lo Monaco del Centro Gestalt Udine

Voli e cadute

Un volo di andata e ritorno per crescere col piacere di farlo. Insieme, in prima persona.
Tre incontri con Annamaria Lo Monaco in cui alternare riflessioni filosofiche ed esperienze gestaltiche.
Non pensa che si assomiglino, il coraggio e la curiosità? – disse May – Dove c’è la curiosità c’è il coraggio, e dove c’è il coraggio c’è la curiosità, non le pare? da L’uccello che girava le viti del mondo di Murakami Haruki
Scoprire che il desiderio è come quel libero uccello: si alza e si posa, non può alzarsi se prima non si posa né posarsi se non si è librato in volo.
Domande come queste ci condurranno fra voli e cadute, lanciandoci piacevolmente in riflessioni filosofiche ed esperienze gestaltiche.

Singolo incontro: €5
È possibile partecipare a uno, a due o a tutti e tre gli incontri
Info e prenotazioni (posti limitati per 15 partecipanti) tel. 371 48 28 121

18.30 – 19.30 – 20.30 I TSU spettacolo itinerante
a cura del Collettivo TSU
regia di Andrea Collavino, direttore artistico di TSU
di e con Chiara Benedetti, Barbara Bregant, Andrea Collavino, Serena Di Blasio, Caterina Di Fant, Lucia Linda, Klaus Martini, Nicoletta Oscuro, Giulia Pes, Riccardo Pes, Valentina Rivelli, Hugo Samek, Aida Talliente

Cadute

Evento a più stazioni, per piccoli gruppi di pubblico che si sposteranno all’interno del parco.
Ogni stazione avrà uno o due artisti a cimentarsi con il tema della caduta in un “corto” teatrale dai linguaggi più disparati: saranno quindi performance site-specific, calate in luoghi diversi del Parco di Sant’Osvaldo.

Biglietto €7
Info e prenotazioni: tel 371 48 28 121

21.30 I TSU Musica
Concerto soul funk R&B
con Mr Steve & Mr Fabulous: Stefano Taboga e Fabio Veronese

THE MADS2

Ingresso gratuito

domenica 9 agosto

h. 17.00 I TSU Kids
Ruzzolando dalle scale della Musica
con Daisy De Benedetti, Alice Gaspardo e Paolo Ius
associazione PraticaMenteMusica

Suuuuuiiiish, tumb, crack

fiaba musicale interattiva per bimbi coraggiosi

Scivolare dalle scale non è mai divertente, ma se le scale sono quelle musicali è tutta un’altra storia!
Un percorso avventuroso e appassionante a spasso per la musica, il racconto di un viaggio in cui ogni gradino è una conquista e ogni scivolone una risata.
I bambini avranno il compito di aiutare in prima persona: essere i nostri eroi nella rocambolesca impresa, alla scoperta di suoni, timbri, ritmi e… cadute!

Ingresso a persona: €5
Info e prenotazioni (posti limitati per 20 persone) tel 371 48 28 121

17.00 – 19.00 I TSU Lab
Laboratorio Gestalt-filosofico
conduce Annamaria Lo Monaco del Centro Gestalt Udine

Voli e cadute

Un volo di andata e ritorno per crescere col piacere di farlo. Insieme, in prima persona.
Tre incontri con Annamaria Lo Monaco in cui alternare riflessioni filosofiche ed esperienze gestaltiche.
Non pensa che si assomiglino, il coraggio e la curiosità? – disse May – Dove c’è la curiosità c’è il coraggio, e dove c’è il coraggio c’è la curiosità, non le pare? da L’uccello che girava le viti del mondo di Murakami Haruki
Scoprire che il desiderio è come quel libero uccello: si alza e si posa, non può alzarsi se prima non si posa né posarsi se non si è librato in volo.
Domande come queste ci condurranno fra voli e cadute, lanciandoci piacevolmente in riflessioni filosofiche ed esperienze gestaltiche.

Singolo incontro: €5
È possibile partecipare a uno, a due o a tutti e tre gli incontri
Info e prenotazioni (posti limitati per 15 partecipanti) tel. 371 48 28 121

18.30 – 19.30 – 20.30 I TSU spettacolo itinerante
a cura del Collettivo TSU
regia di Andrea Collavino, direttore artistico di TSU
di e con Chiara Benedetti, Barbara Bregant, Andrea Collavino, Serena Di Blasio, Caterina Di Fant, Lucia Linda, Klaus Martini, Nicoletta Oscuro, Giulia Pes, Riccardo Pes, Valentina Rivelli, Hugo Samek, Aida Talliente

Cadute

Evento a più stazioni, per piccoli gruppi di pubblico che si sposteranno all’interno del parco.
Ogni stazione avrà uno o due artisti a cimentarsi con il tema della caduta in un “corto” teatrale dai linguaggi più disparati: saranno quindi performance site-specific, calate in luoghi diversi del Parco di Sant’Osvaldo.

Biglietto €7
Info e prenotazioni: tel 371 48 28 121

21.30 I TSU Musica
con Nicoletta Oscuro, voce – Hugo Samek, percussioni – Matteo Sgobino, chitarra

Musiche dal mondo

Musiche dal mondo, un viaggio dall’Italia all’Inghilterra, dalla Spagna all’America Latina passando per gli Stati Uniti. Tra ritmi latini, funky e vocalità popolari.

Ingresso gratuito

Lungo il percorso di CADUTE
sculture e assemblaggi dell’artista Cristiano Mancini

PRECIPITAZIONI

Ogni caduta presuppone un volo, o quantomeno il suo tentativo. Queste cinque sculture testimoniano il loro essere relitti, (quasi) sopravvissuti, caduti su un pianeta sbagliato. Il loro problema è l’atterraggio.
Attraverso una lettura giocosa e ironica, ma che nasconde un velo di inquietudine, questi lavori diventano quasi una sorta di “monumento ai piccoli caduti” che parlano a sé stessi e a noi delle paure che spesso ci riguardano come quella di “buttarsi nella vita” e del sentimento di diversità.

TSU | TEATRO SOSTA URBANA 2020 | invisible people

giovedì 23 luglio 2020

h. 19.00 I Tavola rotonda
coordina Rita Maffei (CSS Teatro Stabile d’Innovazione del FVG)
con Angelo Campolo, Andrea Ciommiento, Elisa Menon, Virginia Di Lazzaro, Marco Orioles

Visible people – Esperienze di teatro e arte con persone in viaggio

Teatro e migranti: attori, registi e operatori si confrontano sul ruolo che i linguaggi e le pratiche teatrali possono avere nelle dinamiche di integrazione e sostegno alle persone migranti e richiedenti asilo.
In questo incontro entreremo in contatto con esperienze diverse per modalità e contesti, condotte da operatori del territorio o che qui hanno transitato. Si spazierà da percorsi di teatro con migranti in strutture di prima accoglienza, a spettacoli con rifugiati del progetto Sprar, fino a testimonianze di ragazzi che devono ancora decidere se restare o partire per inseguire un sogno.
In che modo l’arte e il teatro possono rendere visibili queste persone?

ingresso gratuito, fino a esaurimento posti, senza prenotazione

21.30 I Spettacolo
di e con Angelo Campolo
ideazione scenica Giulia Drogo

assistente alla regia Antonio Previti

produzione DAF Teatro dell’esatta fantasia

Stay Hungry – indagine di un affamato

Un racconto potente che nasce dall’esperienza personale e quotidiana dell’incontro e dell’ascolto con l’altro. Angelo Campolo ci conduce nei suoi laboratori in riva allo Stretto dove, attraverso il suo personale approccio creativo, l’incontro con un gruppo di giovani migranti segna l’inizio di un’avventura speciale. Il gioco del teatro si trasforma in uno strumento per leggere il presente ed affrontare la vita.

Angelo Campolo si è formato al Piccolo Teatro di Milano. Finalista al Premio UBU 2016, dirige la compagnia DAF, distinguendosi per una ricerca improntata su tematiche sociali.

Biglietto intero: 7 euro
Ridotto: 3 euro
Prenotazioni https://invisiblecities.eu/invisiblepeople/stayhungry.html

venerdì 24 luglio

h. 18.00 I Tavola rotonda e reportage fotografico
interviene Teatro della Sete con il reportage video / fotografico “Tracce”
modera Chiara Perini
con Rossana Marini, Valentina Rivelli e Caterina Di Fant, Annalisa Spoljaric, Fatou Binetou Fall, Jerioth Nchang, MariaLuisa Paglia, Daniela Gerin

RACCONTARE LA DISTANZA. FAMIGLIE MIGRANTI TRA INVISIBILITÀ, DISTANZIAMENTO E ACCOGLIENZA IN FVG AI TEMPI DEL COVID-19

Michael Ryan, direttore esecutivo dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) a marzo 2020, annunciando che l’Europa era diventata l’epicentro della pandemia causata dal COVID-19, ha lanciato anche un appello a favore delle popolazioni invisibili, primi tra tutti i migranti, soggetti particolarmente vulnerabili sia dal punto di vista della salute e dell’accesso alle cure mediche sia per le conseguenze economiche e sociali della pandemia.
Teatro della Sete e Quarantasettezeroquattro hanno affrontato queste problematiche coinvolgendo i diretti interessati, in particolare le donne, che spesso si sono trovate a gestire situazioni familiari complesse incrementando ulteriormente il loro lavoro, e restituiranno al pubblico rispettivamente i risultati video-teatrali di un laboratorio con famiglie richiedenti asilo, rifugiate, titolari di protezione realizzato in collaborazione con il Centro di accoglienza “Ernesto Balducci” ONLUS di Zugliano e alcuni video-diari di donne migranti residenti in FVG prodotti grazie alla collaborazione con l’organizzazione UnitedCultures.
Il racconto delle due esperienze attiverà un dialogo con esperte/i di politiche di accoglienza e il pubblico nel corso della tavola rotonda.

ingresso gratuito, fino a esaurimento posti, senza prenotazione

h. 21.00 I Prima regionale
Martina Dalla Stella pittrice
Collettivo Clamp dal vivo:
Piero Pederzolli batteria, elettronica
Giulio Tisato tape, loop, percussioni
Marco Spagnolo sax, elettronica

SCONFINAMENTI
ESPOSIZIONE PITTORICA SONORIZZATA

I Clamp nascono con il bisogno di ricollocare la propria musica in un ambito artistico performativo dando voce ad altri artisti, ad altre storie, ad altri mondi. Insieme a Martina Dalla Stella uniscono le forze per raccontare le storie dei migranti tra la Balcan Route e Mar Mediterraneo, un esodo che da troppo tempo non ha voce.
I colori e le emozioni raccontate nei dipinti di Martina ci hanno subito colpito. Da qui nasce questa performance un viaggio tra musica e storie di migrazioni.

Quindici dipinti, disposti in mezzo al verde, tra gli alberi, con la tela rivolta verso l’esterno, a creare delle barriere fisiche dalle quali si potranno scorgere i musicisti, all’interno. La musica spingerà i fruitori a guardare le barriere, i dipinti, a muoversi tra di essi – sempre nel rispetto delle norme di distanziamento. Ma li spingerà anche a guardare oltre quelle barriere, fisiche e mentali, magari decidendo di sconfinare.
“Sconfinamenti” è una personale riflessione sul concetto di limite, mentale o fisico, scelto (raramente) o imposto, e sui confini, sulla poca memoria, sui corsi e ricorsi della Storia… un viaggio contemporaneo in cui l’individuale non può essere scisso dal collettivo, in un rimando costante e continuo tra l’essere uno e l’essere umano, ovvero in continua relazione con l’intorno.”

ingresso gratuito, fino a esaurimento posti, senza prenotazione

In collaborazione con Festival Estivo del Litorale, DSM ASUIUD, Comunità Nove, Cooperative Sociale COSM, Duemilauno Agenzia Sociale, Itaca e Misskappa

Progetto sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese

mentre Contaminazioni Digitali prosegue …

… TSU riprende ad agosto!