Pubblicati da Teatro della Sete

lab con Annamaria Lo Monaco e Caterina Di Fant | L’USCIO E IL GUSCIO | 2-9-16 OTTOBRE 2021

L’USCIO E IL GUSCIO
un laboratorio Gestalt filosofico teatrale in tre incontri

Il laboratorio è un guscio che accoglie idee, gesti, questioni importanti che è tempo di affrontare al riparo dalla frenesia, con la calma, la luce e l’accuratezza dell’autunno.

date e orari
sabato 2 – 9 – 16 ottobre 2021
dalle 9:30 alle 12

info e iscrizioni
371 482 8121
teatrodellasete@gmail.com

costo di partecipazione €20+iva a incontro

è possibile partecipare a uno, a due o a tutti e tre gli incontri

il laboratorio si svolgerà presso la nuova sede de LA SCUOLETTA
in via Pietro Savorgnan di Brazzà 4 a Moruzzo (UD), località Brazzacco

SENZA FINE | Parco Sant’Osvaldo UDINE | 26 SET 2021

debutta a TSU Teatro Sosta Urbana un evento creato in site-specific al Parco Sant’Osvaldo di Udine

SENZA FINE
di e con Elisa Menon, Karolina Pietrzykowska, Marta Pawlikowska
regia Elisa Menon
produzione Fierascena (GO) per “Un Teatro Vulnerabile”

Una performance di teatro immersivo che ci permette di osservare l’isolamento da vicino: chi siamo, cosa siamo, quando siamo soli, isolati, lontani gli uni dagli altri?
Cosa nasce e cosa muore all’interno di questa condizione?
Un viaggio da percorrere insieme, non da soli al giorno d’oggi, ricordando che in ogni isola c’è un tesoro, nascosto, segreto, luminoso.

ingresso gratuito

possono partecipare anche i bambini dai 10 anni in su

INFO per le PRENOTAZIONI all’interno dell’articolo

tre repliche, con inizio alle
ore 17.00 / 18.30 / 19.30
con partenza dalla Comunità Nove

Teatro della Sete e Fierascena ringraziano: Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli, Comunità Nove e DSM di Udine

SENZA FINE | Parco Sant’Osvaldo UDINE | 26 SET 2021

debutta a TSU Teatro Sosta Urbana un evento creato in site-specific al Parco Sant’Osvaldo di Udine

SENZA FINE
di e con Elisa Menon, Karolina Pietrzykowska, Marta Pawlikowska
regia Elisa Menon
produzione Fierascena (GO) per “Un Teatro Vulnerabile”

Una performance di teatro immersivo che ci permette di osservare l’isolamento da vicino: chi siamo, cosa siamo, quando siamo soli, isolati, lontani gli uni dagli altri?
Cosa nasce e cosa muore all’interno di questa condizione?
Un viaggio da percorrere insieme, non da soli al giorno d’oggi, ricordando che in ogni isola c’è un tesoro, nascosto, segreto, luminoso.

ingresso gratuito

INFO per le PRENOTAZIONI all’interno dell’articolo

tre repliche, con inizio alle
ore 17.00 / 18.30 / 19.30
con partenza dalla Comunità Nove

Teatro della Sete e Fierascena ringraziano: Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli, Comunità Nove e DSM di Udine

Subacquea | Meduno (PN) | 24 SET 2021

“E tutto insieme, tutte le voci, tutte le mete, tutti i desideri, tutti i dolori, tutta la gioia, tutto il bene e il male, tutto insieme era il mondo. Tutto insieme era il fiume del divenire, era la musica della vita.” Hermann Hesse

SUBACQUEA, un’immersione di voci, musica e immagini, con

Stefania Seculin mezzosoprano
Andrea Boscutti pianoforte
Valentina Rivelli letture
Serena Giacchetta disegni

BLANC nasce nel 2019 come festival che promuove l’atre all’interno delle antiche latterie sociale del Friuli, esempio di comunità e di organizzazione sociale democratica dal basso.

L’edizione di quest’anno promuove iniziative artistiche ispirate al tema della sostenibilità.
SUBACQUEA indaga l’equilibrio tra gli elementi naturali, l’ambiente acquatico, le persone.

ingresso gratuito
info e prenotazioni
SMS o WhatsApp 347 325 4999
e_mail blanceuropeanfestival@gmail.com

Sfiorire nemmeno un istante | Davour La Mont – Castelnovo del Friuli (PN) | 19 SET 2021

DOPPIA REPLICA – ore 16.30 e ore 18

Una passeggiata immersiva nel luogo che ospita i resti della casa natale di Virginia Tonelli, una delle donne cui è dedicata questa azione fatta di voci e suoni, attrici dal vivo e video.

45 minuti in movimento alla scoperta di frammenti di storia di tre donne del Friuli – Venezia Giulia che, prima della fine della Seconda guerra mondiale, spiccarono il volo per diventarne Memoria.

SFIORIRE NEMMENO UN ISTANTE indaga la luce che si risveglia dentro sé quando nel presente troviamo le forme possibili del prendersi cura dell’Altro, di noi stessi. Quando proteggiamo, quando siamo felici, quando sappiamo aspettare o abbiamo il coraggio di agire.

con Lucia Linda, Giulia Pes, Valentina Rivelli
e la voce di Daniele Fior
creazioni audio Renato Rinaldi
creazioni video Claudio Cescutti
sonorizzazione Simone Sant
regia Caterina Di Fant

approfondimento filosofico Annamaria Lo Monaco
supervisione storica Monica Emmanuelli
produzione Teatro della Sete
promosso da Quarantasettezeroquattro all’interno del progetto Tracce. I linguaggi del contemporaneo raccontano il passato

partner per la ricerca storica IFSML,ANPI Udine, ANPI Pordenone

La ricerca, lo studio e la scrittura di SFIORIRE NEMMENO UN ISTANTE sono un progetto finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia con il Bando “valorizzazione del patrimonio storico ed etnografico – incentivi annuali per studi e ricerche 2021”.

info e prenotazioni all’interno dell’articolo

SQUARCIAPACE | Villa Manin di Passariano (UD) | 11 SET 2021

Siamo liete di annunciarvi la replica di SQUARCIAPACE nella verde cornice del programma di VILLA MANIN, NEL GIARDINO DEL DOGE.

Da un’idea di Caterina Di Fant e Lucia Linda, SQUARCIAPACE è nato a partire da uno studio delle paure primordiali dell’uomo, il buio e il silenzio, per poi affrontare le paure legate alla nascita e alla crescita.
Silenzio e buio come preludio all’azione, come un nido da cui spiccare il volo; buio e silenzio come emblema della paura ma anche fonte di protezione.

di e con Caterina Di Fant e Lucia Linda

regia di
Valentina Rivelli

SQUARCIAPACE è l’emblema del coraggio per superare la paura del diverso, di ciò che ancora non si conosce o si preferisce celare.

Il linguaggio dello spettacolo è fatto di corpi e di ironia nell’incontro con le musiche di Camille-Saint Saens.

inizio spettacolo ore 16:30

INGRESSO GRATUITO / POSTI LIMITATI

prenotazioni:
0432 821 258
bookshop@villamanin.it

OMBRIS TAL INFINÎT | Corte di Palazzo Morpurgo (UD) | 9 SET 2021

Lo spettacolo è una lettura scenica dove voci, musiche e disegni si fondono sul palco in modo originale ricreando le atmosfere e le vicende che rispecchiano la concezione del mondo del famoso scrittore friulano, anche grazie ai contributi di Franco Fabbro e Marco D’Agostini, curatori del libro “Carlo Sgorlon. Scrittore e intellettuale friulano” (ed. Mimesis, 2020).

“Eve e sintive la aghe sot tiere, e veve la cjaladure losche, e domave lis bestiis par vie che e jere une strie, o une agane, o alc dal gjenar. Ma chei plui usâts a pensâ a rifleterin che “agane” o “strie” no jerin si no peraulis par intindi feminis che la nature ur veve dât alc in plui di chês altris.”

Eva è la protagonista di Ombris tal Infinît, il terzo romanzo in lingua friulana di Carlo Sgorlon, pubblicato postumo nel 2010 dalla Società Filologica Friulana. Grazie ai contributi di Franco Fabbro e Marco D’Agostini, curatori del volume Carlo Sgorlon. Scrittore e intellettuale friulano, edito da Mimesis nel 2020, lo spettacolo intreccia parole che Sgorlon ha scritto sulla propria vita, e su altri temi a lui cari, a brani tratti dal romanzo. Ad accompagnare la lettura, la musica dal vivo e i disegni originali ricreano le atmosfere, i personaggi e le vicende del racconto, nel segno della sua poetica e della sua concezione del mondo.

voci recitanti Caterina Di Fant, Michele Polo, Valentina Rivelli
musiche Giorgio Parisi
disegni originali Serena Giacchetta
studio e drammaturgia Marco D’Agostini, Caterina Di Fant, Serena Giacchetta, Valentina Rivelli
traduzioni e consulenza linguistica Sportel Regjonâl pe Lenghe Furlane de ARLeF
produzione Teatro della Sete
Progetto finanziato da ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane

ingresso gratuito

PRENOTAZIONI: https://arlef.it/it/la-arlef-a-friuli-doc/

Lenghe di glerie | Spilimbergo (PN) | 10 SET 2021

Lenghe di Glerie, lo spettacolo dedicato al Tagliamento, andrà in scena questo venerdì sera a Spilimbergo (PN)

nel Belvedere di Palazzo di Sopra

LENGHE DI GLERIE, storie di viaggi e di ghiaia
spettacolo teatrale con musica dal vivo

con Caterina Di Fant, Lucia Linda, Valentina Rivelli
musiche originali dal vivo di Marzio Tomada
consulenza registica di Nicoletta Oscuro

“Un fiume che nel suo scorrere lambisce sponde in cui risuonano lingue diverse non si racconta in una sola lingua.
Lungo il corso del Tagliamento si mescolano acque di affluenti diversi, acque che bisbigliano il carnico, il friulano, il veneto, l’italiano; alla fine è un grosso fiume che porta in sé culture e linguaggi differenti.”
Carlo Tolazzi

ingresso gratuito
INFO e PRENOTAZIONI: vivispilimbergo.it

PAROLE E SASSI al Festival Teatri dell’anima | Travesio (PN) | 3 Set 2021

ospiti del festival I TEATRI DELL’ANIMA

siamo liete di invitarvi a due repliche di PAROLE E SASSI

alle ore 18 per i RAGAZZI dagli 8 anni in su (liberamente accompagnati da un genitore)

alle ore 21 per TUTTI

In un allestimento semplice e scarno, viene ripercorso in un modo innovativo – solo tramite la narrazione e un piccolo patrimonio di sassi – il dramma di Antigone, antica vicenda di fratelli e sorelle, disobbedienza e potere.

Il racconto si compie come un rito, attraverso un testo accompagnato da una partitura gestuale fissa e dall’uso di sassi-personaggio.

Gli spettatori fanno esperienza insieme all’attrice di quella democrazia greca che ci scorre nelle vene e vengono stimolati dalle parole di Sofocle, risalenti a 2.500 anni fa, a riflettere sul presente, sulla giustizia, sugli squilibri e sulle relazioni – per immaginare un futuro migliore.

Al laboratorio che segue il racconto, l’attrice VALENTINA RIVELLI e i ragazzi lavoreranno insieme sui temi della tragedia: l’essere fratelli e il prendersi cura, la giustizia e le leggi non scritte, la disobbedienza e il potere; mentre gli adulti dialogheranno sugli stessi temi con la facilitazione di ANNAMARIA LO MONACO, formatrice e counselor Gestalt-filosofica.

PAROLE E SASSI è una produzione del Collettivo Progetto Antigone, distribuito in FVG da Teatro della Sete.

Sfiorire nemmeno un istante | In\visible Cities GORIZIA | 6 e 7 SET 2021

siamo lieti di invitarvi al debutto della nuova produzione del Teatro della Sete

il 6 e il 7 settembre a Gorizia
al Festival INVISIBLE\CITIES 2021

Un’azione teatrale lungo le vie della città fatta di voci e suoni, attrici dal vivo e video, in un viaggio immersivo alla scoperta di frammenti di storia di tre donne del Friuli – Venezia Giulia che, prima della fine della Seconda guerra mondiale, spiccarono il volo per diventarne Memoria.

SFIORIRE NEMMENO UN ISTANTE indaga la luce che si risveglia dentro sé quando nel presente troviamo le forme possibili del prendersi cura dell’Altro, di noi stessi. Quando proteggiamo, quando siamo felici, quando sappiamo aspettare o abbiamo il coraggio di agire.

con Lucia Linda, Giulia Pes, Valentina Rivelli
e la voce di Daniele Fior
creazioni audio Renato Rinaldi
creazioni video Claudio Cescutti
sonorizzazione Simone Sant
regia Caterina Di Fant

approfondimento filosofico Annamaria Lo Monaco
supervisione storica Monica Emmanuelli
produzione Teatro della Sete
promosso da Quarantasettezeroquattro all’interno del progetto Tracce. I linguaggi del contemporaneo raccontano il passato

partner per la ricerca storica IFSML,ANPI Udine, ANPI Pordenone

La ricerca, lo studio e la scrittura di SFIORIRE NEMMENO UN ISTANTE sono un progetto finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia con il Bando “valorizzazione del patrimonio storico ed etnografico – incentivi annuali per studi e ricerche 2021”.